NEWS
da Agire Ora Network

Notizie da AgireOra:

www.agireora.org


COME AIUTARCI

Supporta
Animal Liberation

DIARIO

Resoconto delle ultime iniziative



ADOZIONI

EARTHLINGS - il film

assolutamente
da vedere !

 

AnimalLiberation e' anche su

----------

Animal Liberation

----------

Archivio
Immagini dal web

----------

Aforismi e Citazioni

 

ESITO DELLE LOTTE DI ANIMAL LIBERATION CONTRO I CANILI-LAGER

per l'applicazione della

Legge Regionale dell'Emilia-Romagna sul randagismo n°5 del 1988
e della Legge Quadro Nazionale n° 281/91

Queste leggi vietano la soppressione dei cani accalappiati (che prima della loro entrata in vigore venivano uccisi dopo tre giorni dalla cattura), ma se non si interviene perché siano applicate integralmente, garantendo ai cani condizioni di benessere, gli animali finiscono col marcire chiusi in gabbie o celle di circa un metro quadro, semibuie e fatiscenti, e i canili da anticamere della morte si trasformano in lager a vita.

Regioni, Comuni e Usl non applicano o violano costantemente la vigente normativa, pertanto il controllo, le proposte e le lotte degli animalisti sono indispensabili.

Animal Liberation, dopo aver ottenuto l'approvazione delle leggi, è anche fortemente impegnata nella loro applicazione con risultati molto concreti.

RIMINI:

nell'89 AL ha costretto il Comune a smantellare le gabbie poste all'interno del pubblico macello e a realizzare all'aperto idonei recinti con l'installazione di cucce per ogni cane. Dopo anni di denunce, occupazioni e uno sciopero della fame intrapreso da Serena Sartini, il Comune nel '91 ha inaugurato il nuovo canile su progetto di Animal Liberation: una struttura all'avanguardia!

RICCIONE:

sempre nel 1989 siamo riusciti ad ottenere la chiusura del vecchio famigerato canile lager di Montelupo. Continuando nella nostra battaglia nel '91 siamo riusciti ad ottenere dal comune la realizzazione di una nuova struttura, una casa colonica sita in Via Piemonte costituita da recinti all'aperto provvisti di cucce posizionate sotto tettoie, a ridosso di una casa colonica adibita a casa del custode, ambulatorio veterinario, cucina-dispensa

FORLÌ:

a seguito di una nostra strenua battaglia il Comune e la Usl 38 hanno dovuto chiudere il canile pubblico costituito da celle angustissime e semibuie poste all'interno di una fatiscente casa colonica.
Animal Liberation ha preso in consegna tutti i cani imprigionati , alcuni dei quali in fin di vita, con la garanzia da parte del Comune e della Usl che la struttura sarebbe stata definitivamente disattivata. Così è stato e ora Forlì ha un nuovo canile.

CESENA:

nel '90 Comune e Usl hanno dovuto capitolare sotto le pressioni di Animal Liberation disattivando le gabbie ricavate all'interno di
un rustico ubicato nell'area della discarica comune (!) e consegnando ad AL tutti i cani che vi si trovavano rinchiusi. Ora anche Cesena ha un canile.

BELLARIA:

in seguito ad unanostra occupazione , il Comune ha disattivato le gabbie, di un metro quadrato, adibite a canile all'interno della fatiscente struttura dell'ex macello pubblico. Il Comune, a tutt'oggi
privo di canile, si è convenzionato con quello di Vallecchio.

SANTARCANGELO DI ROMAGNA:

dopo una denuncia di AL il Comune è stato costretto a chiudere il proprio lager adibito a canile : gabbie che immobilizzavano i cani che erano stati rinchiusi, nascoste in un capannone buio e umido! Santarcangelo è oggi convenzionato con il canile di Vallecchio.

PESARO:

il 18 febbraio 1992 in seguito alle lotte di AL culminate con l'occupazione degli uffici della Usl , sono state rimosse le celle in cui erano imprigionati i cani presso il pubblico macello. Come da nostra proposta gli animali sono stati trasferiti all'aperto in un'area collinare di proprietà del comune. Animal Liberation ha provveduto ad allestire alcuni recinti e ad acquistare le prime cucce.

FANO:

abolito un altro lager! Nella primavera del 95 il Comune e la Usl di Fano sono stati diffidati da AL dal liberare i cani dalle disumane condizioni di vita in cui si trovavano. Dopo minacce di occupazione dell'orribile canile, Comune e Usl hanno provveduto alla sua ristrutturazione. Ora Fano dispone di vari rifugi per cani, di cui uno, “Casa Poldo”, gestito da Animal Liberation.

 

RIMINI:

Sciopero della fame davanti alla provincia di Rimini, dal 08 al 18 marzo 2007, come protesta contro i comuni di Verucchio, Bellaria, Santarcangelo e Misano, rensonsabili della deportazione di oltre 30 cani al canile lager di S. Secondo Parmense (Parma)